Tel. +39 0522 66 62 46 - info@fondazionelemadri.it

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Alchimia della Natura

Conferenza venerdì 4 maggio, dalle ore 21:00 alle ore 22:30

Seminario sabato 5 maggio, dalle ore 9:30 alle ore 19:00

Domenica 6 maggio dalle ore 09:00 alle ore 13:00

Con prof. Michele Codogno

Attualmente nel fare scienza, per timore di essere soggettivi, fermiamo ciò che percepiamo con i nostri sensi fuori di noi e gli andiamo poi incontro con il nostro intelletto soggettivo. I concetti astratti che formiamo con l’intelletto li consideriamo fatti reali, senza considerare che li formiamo attraverso un processo di classificazione aggregativo, mediante analogie, e che per tale motivo sono enti ideali. Il singolo fatto è reale, ma la categoria costruita dal cervello, che risulta da un processo di classificazione, è ideale. Siccome basiamo i pensieri su concetti ideali, questi possono essere solo che astratti. D’altra parte, per fare scienza, è necessario diminuire l’infinita molteplicità di ciò che ci circonda attraverso lo strumento della classificazione e costruire con l’intelletto un numero ridotto di concetti ideali. Se noi, però, non temendo di essere soggettivi, lasciamo penetrare in noi diverse situazioni oggettive che ci si presentano e se con la ragione cerchiamo poi di distinguerle in forma di immagini (costituite da concetti ideali organizzati in idee), utilizziamo i concetti dell’intelletto per quello che realmente sono: non fatti reali unitari (a-tomi), ma insieme di singole realtà classificate assieme per la somiglianza di un insieme di caratteri diagnostici reali (sin-tomi). In tal modo i pensieri si dileguano e cominciano ad emergere i significati di ciò che ci circonda….

Per maggiori informazioni clicca qui