LE MADRI Fondazione

per il miglioramento della qualità della vita

e del rapporto fra uomo e uomo

Il Parco

Dal 1986 continua la creazione e lo sviluppo di un PARCO.

Esso si estende su un’area di circa 10.000 metri quadrati. E’ configurato, ed è in continuo sviluppo, nello spirito organico vivente. Non è fine a sé stesso, ma funzionale alle attività culturali, sociali ed economiche che si svolgono in sede. Impronta decisamente la zona con le sue numerose piante autoctone, la serie di laghetti per la fitodepurazione delle acque reflue, l’originale configurazione dello spazio, la fantasia artistica dell’autore. Incastonato in un’area agricola di pianura dove le coltivazioni hanno totalmente soppiantato ogni anfratto vegetale autoctono, attrae l’attenzione di tutti coloro che aspirano a spazi più umani e ricreativi.
Il Parco, come tutto il Centro, è meta di visite di gruppi, scuole e appassionati. Come ogni creazione organica, ha un valore esclusivo, ma può essere emulativa allo sguardo attento e interessato.

La coltivazione del Parco segue il metodo agricolo biodinamico, metodo nato da impulsi scientifici goetheanistici e dalla scienza dello spirito antroposofica di Rudolf Steiner: la Terra con i minerali, le piante e gli animali è considerata come un grande organismo della cui vita ed evoluzione l’Uomo oggi è responsabile.
Il metodo che deriva da tale concezione, applicato da tutte le aziende agricole biodinamiche, promuove e aumenta la vitalità e la fertilità di quest’organismo. La Fondazione Le Madri ritiene suo compito dare nuovi impulsi etici ed estetici all’arte del giardinaggio e all’Agricoltura in generale, per una sua rigenerazione e per un innovativo rapporto col paesaggio. L'esempio della configurazione del Parco è in sintonia con la Convenzione europea del Paesaggio, che recita
"il paesaggio rappresenta una componente fondamentale del patrimonio culturale e naturale e contribuisce così al benessere individuale e sociale".

GALLERIA FOTOGRAFICA

 I Fiori del Parco Le Madri 1                         I Fiori del Parco Le Madri 2

 

  

 

Giovanni Picariello, responsabile configurazione ambienti

TORNA IN TESTA